Disco News, Magazine
CERRONE’S DNA

Cerrone, uno dei miti della disco, ritorna con un nuovo album intitolato DNA.

Correva l’anno 1976 quando un giovane batterista francese di nome Marc Cerrone si affaccia sulle piste da ballo di tutto il mondo.

La disco music, ancora tanto influenzata dal soul e dal funk americano, non era certo il cavallo di battaglia dei musicisti europei. Eppure, proprio dalla Francia, come anche dall’Italia, è arrivata la musica disco più raffinata e di successo anche oltreoceano. Così è stato per Cerrone che con il suo primo album Love in C Minor ha riempito il dancefloor dei più grandi ed esclusivi club mondiali.

Gli album “Love in C Minor” e “Red LIps”

Tra Love in C Minor pubblicato nel 1976 e l’album più recente Red Lips del 2016 c’è un numero vastissimo di album e singoli, tutti di grande successo. Solo per citarne alcuni: Cerrone’s Paradise, Supernature, Give Me Love, Music of Life, Hooked On You.

Cerrone ha realizzato un nuovo album intitolato DNA, è pubblicato da Malligator Records/Because Music France per Universal Music e disponibile sia in CD che in vinile. C’è anche l’edizione deluxe in vinile traslucido.

Con DNA Cerrone, considerato il precursore del movimento “French Touch”, ritorna alle sue radici.

Più precisamente ritorna alla disco music perché è quello il suo DNA. C’è però uno sguardo attento al presente sia nelle sonorità che nei contenuti.

Contemporaneamente all’uscita dell’album sono state programmate alcune iniziative collaterali. Innanzitutto il video dei singoli Resolution che affronta la tematica della dipendenza dai social media e The Impact, brano che ricorda moltissimo le atmosfere e il sound di Supernature e che affronta il problema dei cambiamenti climatici.

Tra le altre iniziative ci sono poi i concerti del tour che part dal Jazz Cafe di Londra. DNA contiene oltre a The Impact (extended version) e Resolution anche la title-track DNA e i brani Air Dreaming, I’ve Got a Rocket, Let Me Feel, Close to the Sky, Experience e Prediction.

DNA è un album interamente strumentale realizzato da Cerrone che per molti versi, copertina compresa, ricorda quello pubblicato nel 1978 per la colonna sonora di Brigade Mondaine.