Disco Talks, Magazine
Saturday night forever

Saturday night fever, il mitico film diretto da John Badham e prodotto da Robert Stigwood, è stato proiettato per la prima volta negli Stati Uniti il 14 dicembre 1977. La magnifica colonna sonora, pubblicata dalla casa discografica dello stesso Stigwood (RSO Records) era già disponibile nei negozi qualche giorno prima.

Saturday Night Fever racconta la vita, le avventure e soprattutto i balli di Tony Manero, un giovane di origini italiane abitante a Brooklyn, interpretato da John Travolta, considerato il miglior ballerino della discoteca, da lui frequentata, 2001 Odyssey di New York.
Il film è entrato, meritatamente, nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti che ogni anno preserva film ritenuti culturalmente, storicamente o esteticamente significativi.
Per celebrare il 40° anniversario di Saturday Night Fever è stata realizzata la riedizione della colonna sonora, premiata come “album dell’anno 1977”, in un doppio CD, edizione deluxe rimasterizzata, contenente, oltre ai singoli “number one” vecchi e nuovi dei Bee Gees (You should be dancing, Jive talkin’, Stayin’ alive, Night fever, More than a woman, How deep is your love) e ai classici di Trammps, Tavares, Kool & The Gang, KC & the Sunshine Band e Yvonne Elliman, quattro nuovi mix di Serban Ghenea, produttore pluri-premiato ai Grammy.

In occasione del 40° anniversario italiano ha scritto un bellissimo articolo Andrea Angeli Bufalini (della premiata coppia Bufalini/Savastano, stretti collaboratori di Disco Diva) pubblicato su Radiocorriere TV, numero 9 del 5 marzo 2018.
Nell’articolo Andrea ricorda, tra l’altro, che tutta la storia si può leggere in “La Disco. Storia illustrata della disco music” ora anche in versione pocket e con tre capitoli extra bonus, scritto da lui stesso insieme a Giovanni Savastano ma anche in “La febbre del sabato sera” di Stefano Cocci e in “Stayin’ alive” di Roberta Maiorano.

 

 

 

 

 

 

 

 

Nelle foto: l’articolo integrale di Andrea Angeli Bufalini e “La Disco. Storia illustrata della disco music” in versione pocket.