Pino D’Angiò a Disco Diva… Oh, Yeah!

Possiamo dire che Pino D’Angiò è stato il primo rapper italiano, molto più simpatico, frizzante e spensierato rispetto a quelli del Bronx.

Quando nel 1980 uscì con la sua celeberrima “Ma quale idea”, riuscì in una missione impossibile, conquistare le classifiche di Italia, Belgio, Spagna, Svizzera, Olanda, Francia e Inghilterra.

Dopo questo grande successo Pino D’Angiò pubblica il suo primo album intitolato “… Balla!” che contiene brani funky, come “Donna in costruzione”, disco, come “Una notte da impazzire” e rock ’n’ roll, come “Un concerto da strapazzo”.

Il singolo di punta è comunque “Ma quale idea”, scritta da Pino D’Angiò (vero nome Giuseppe Chierchia) ed arrangiata da Enrico Intra, direttore d’orchestra proveniente dal mondo jazz. La bass-line del brano, suonato dal grande Stefano Cerri, riprende quella di un famoso brano Philly (Ain’t no stoppin’ us now).

Al primo album ne seguono molti altri; nel 2002 realizza uno speciale progetto intitolato “Lettere a Federico Fellini”.

D’Angiò partecipa al Festivalbar nel 1981 e 1982, vince la Gondola d’oro Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia ed è l’unico artista italiano ad aggiudicarsi il  prestigioso riconoscimento Rhythm & Soul Music Awards dell’ASCAP, organizzazione statunitense che protegge i diritti d’autore musicali.

Altro brano di Pino D’Angiò che ha funzionato benissimo sul dancefloor è “Julius Caesar Plum Cake Dance”, un pezzo disco cantato in latino contenuto nell’album “Ti regalo della musica” del 1982.

 

Il successo si ripete nel 1990 quando realizza il brano trance “The Age of Love” costruito utilizzando il sample dello stesso brano Philly di McFadden & Whitehead già presente nella canzone “Ma quale idea”.

Non di solo musica è costellata la carriera di Pino D’Angiò; autore di trasmissione televisive e radiofoniche, partecipazioni teatrali, produzioni letterarie e tra i fondatori della Nazionale Italiana Cantanti.

Nel 1981 è il miglior paroliere italiano e nel 1983 è il miglior artista straniero in Spagna.

Nel 2019 esce un album pieno di brani funky, tra cui La Lampada, che si intitola infatti “King of Funk”.

Pino D’Angiò è ospite a Disco Diva venerdì 24 giugno. 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.