GAZEBO

Gazebo, all’anagrafe Paul Mazzolini, è un cantante, musicista, arrangiatore e produttore discografico, affermatosi negli anni ottanta nel filone musicale della Italo disco. Nei primi anni di carriera è riuscito a vendere più di 12 milioni di dischi.
Paul si stabilisce in Italia nel 1974 e dopo la maturità si alterna tra Roma e Londra dove collabora con vari gruppi musicali deciso ad intraprendere la carriera di musicista. Tornato definitivamente a Roma nel 1982 pubblica il suo primo singolo “Masterpiece”, la versione estesa (Discomix) diventa rapidamente un grande successo sulle scene dance Europee ed Asiatiche.
Nel 1983 Paul firma con la Baby Records e pubblica il primo album eponimo, “Gazebo”.
Il successivo singolo, “I like Chopin”, raggiunge il primo posto nelle classifiche di molti paesi tra cui: Germania, Francia, Italia, Svizzera, Austria, Danimarca, Finlandia, Spagna, Belgio, Canada, Giappone, Portogallo, Hong-Kong, Corea, Singapore, Turchia ed entra nelle top dieci in molti altri paesi. Vince il “Top European Chart Act Award” della Britannica “Music Week” e la “Vela d’Oro” a Riva del Garda per le vendite dell’album in Europa ed Italia.
Il secondo album “Telephone Mama” viene pubblicato nel 1984 e sebbene lo stile delle canzoni e il concept generale fosse drasticamente differente dal primo, divenne comunque un best seller nella maggior parte dei Paesi in cui fu distribuito.
Nel 1985 ha fondato Lunatic S.r.l – la sua casa di produzione.
Il primo progetto di questa nuova avventura fu stato pubblicato nel 1986, “Univision” ed è ultima collaborazione con il suo ex co-autore P.Giombini e l’amministratore delegato della Baby Records Freddy Naggiar. Lunatic si arricchisce di uno studio di registrazione e “Rainbow Tales” nè è il primo progetto orientato verso una nuova direzione musicale più pop e rock, un legame con i suoi primi passi nella scena Prog degli anni Settanta.
Nel 1989 esce “Sweet Life” ed è il primo album interamente scritto, prodotto e missato da Paul stesso, include una versione speciale di una canzone che Paul aveva scritto per Ryan Paris e che divenne all’epoca un grande successo mondiale: “Dolce Vita
Nel 1992, Lunatic firma un accordo di distribuzione con BMG Ariola e la prima uscita della Lunatic Records è “Scenes From The News Broadcast”. Il singolo “Fire” fu scelto per una campagna benefica della Croce Rossa a favore delle vittime della guerra civile nell’ex Jugoslavia. “14Th Of July” il secondo singolo raggiunge le classifiche dance latinoamericane con il suo ritmo downbeat ipnotico.
Nel 1994 Lunatic Records pubblica “Portrait” – una compilation con tutti i suoi successi.
Nel 1997 Dalla fusione di Lunatic S.r.l e Cresus Enterprises S.n.c (editoria) Paul inaugura la Softworks Snc, una nuova società con un ampio catalogo e una grande struttura. Esce “Viewpoint” il seguito di “Portrait”.
Nel 2000 Softworks’ SWR pubblica “Portrait & Viewpoint” il cofanetto che raccoglie tutti brani più significativi della sua carriera.
Nel 2008 esce “The Syndrone” l’album realizzato con la collaborazione di grandi musicisti come il batterista Jerry Marotta (Peter Gabriel, Paul McCartney) e il bassista John Giblin (Phil Collins, Kate Bush e Simple Minds). 16 nuovissimi brani con i nuovi singoli di grande successo “Tears For Galileo” (n°1 In the Euro Dance Parade), “Virtual Love” (scritta con Mario Manzani e Marco Masini) ed una commovente canzone dedicata a Papa Giovanni Paolo II “The Man At the Window”. Chicca del disco la collaborazione di Davide “Boosta” Di Leo, tastierista dei Subsonica.
Infine nel 2013 “I Like … Live” Il doppio live dal tour Syndrone, tutto il meglio dei suoi 30 anni di carriera.
Nel 2015 esce “Reset”, il nuovo album, anticipato da “Queen Of Burlesque” con un video in bianco e nero girato a Roma di notte, dedicato ai maestri del cinema italiano come Fellini e De Sica. Vengono pubblicati altri tre singoli, “Blindness”, “The Secret” e la sua prima ballata “Wet Wings” (scritta con Mario Manzani) in cui musica e balletto fluiscono insieme come veli attorno ad una storia d’amore dal finale dolce amaro.
Italo By Numbers” del 2018 è l’ultima produzione di Paul: selezionati diversi successi della dance Italiana degli anni ’80, li ha riregistrati usando gli stessi strumenti e le stesse tecniche analogiche con cui furono prodotte all’epoca! Hit che hanno venduto milioni di copie in tutto il mondo, come “Self Control”, “Tarzan Boy”, “Happy Children”, “Easy Lady”, “Survivor”, “People From Ibiza” e brani suoi come “I Like Chopin”, “Masterpiece”, “Lunatic” and “Dolce Vita”.
Bonus track, il singolo “La Divina” (per la prima volta in italiano) è disponibile su YouTube e presenta il debutto alla regia di Paul in una toccante storia autobiografica della sua giovinezza, la storia dell’amore spirituale di Alberto (il suo maestro di canto) per Maria Callas.