Torna al Programma 2021

NIGHTSWIMMING

Una storia delle discoteche, raccontata in modo parziale e soggettivo, ma con un chiaro obiettivo in mente: l’analisi dello spazio. La storia dei club è indubbiamente un fenomeno sia antropologico sia architettonico. L’evoluzione culturale ed economica della società ha progressivamente trasformato l’idea di divertimento, e con essa anche gli spazi in cui esso prende forma. Questi luoghi si sono gradualmente adattati a nuove richieste e nuove mode, si sono modificati e aggiornati, fino ad arrivare al paradosso di oggi: le discoteche non sono più necessariamente delle strutture progettate da architetti, piuttosto delle occupazioni temporanee di spazi dedicati ad altre funzioni.
Dal 1960 ad oggi, attraverso le fotografie di Giovanna Silva, Nightswimming ti conduce all’interno dell’affascinante mondo della notte.

GIOVANNA SILVA
Nata a Milano nel 1980, Giovanna Silva è fotografa e fondatrice di Humboldt Books, casa editrice specializzata in narrazioni ed esperienze di viaggio che dà vita a progetti editoriali interdisciplinari incrociando geografia e letteratura, fotografia e arte. Dal 2005 al 2007 ha collaborato alla rivista «Domus» e dal 2007 al 2011 è stata photoeditor della rivista «Abitare», per la quale ha fotografato Renzo Piano e Zaha Hadid per i numeri speciali di Being Renzo Piano e Being Zaha Hadid. Nel 2009 esce la sua prima pubblicazione, Desertions (a+m bookstore), cronaca del suo viaggio americano con Enzo Mari, a cui seguono “Orantes” (Quodlibet), “Narratives/Relazioni: Baghdad, Green Zone, Red Zone, Babylon”, (Mousse Publishing), “Narratives/Relazioni: Libya: Inch by Inch, House by House, Alley by Alley, Syria: a Travel Guide to Disappearance” (Mousse Publishing) e “Good Boy” (Motto Publishing). Con il progetto “Nightswimming, Discotheques in Italy from the 1960s until now” ha partecipato alla 14. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia: un’indagine fotografica della storia delle discoteche intese come fenomeno sociale, antropologico e architettonico, che ha messo Giovanna Silva a confronto con architetti e dj.

 

Torna al Programma 2021