Leroy Gomez

Leroy Gomez, americano, nato a Cape Cod, fonda la sua prima band a 14 anni. A 17 con i Tavares e il suo sax parte per un tour negli Stati Uniti, Canada ed Europa. Dopo quattro anni giunge in Europa e lascia i Tavares per trasferirsi a Parigi. In quel periodo collabora con Gilbert Becaud, Claud Francois e Patric Juvet e partecipa alla registrazione di “Goodbye yellow brick road” di Elton John. Gomez raggiunge il suo primo successo con il brano “Here we go round”, ma è con i Santa Esmeralda che nel 1977 conquista le hit parade di tutto il mondo con la loro ballabilissima versione di “Don’t Let Me Be Misunderstood”, brano di Bennie Benjamin, Gloria Caldwell e Sol Marcus che era stato inciso per la prima volta da Nina Simone nel 1964 e poi l’anno successivo dagli Animals di Eric Burdon. Il singolo batte tutti i record di vendite, non meno del fortunato album omonimo che vendette 15 milioni di copie in pochi mesi, arrivando ad ottenere 48 dischi d’oro e 42 di platino. I Santa Esmeralda poi vincono due volte il titolo di miglior spettacolo dal vivo in Europa. Negli Stati Uniti, invece, ricevono sei Cash Box & Bilboard Awards. Sono inoltre i primi artisti stranieri premiati con la Gondola d’oro al Festival della musica di Venezia. Nel 2002 dopo qualche anno di silenzio Leroy Gomez torna con i Santa Esmeralda e un nuovo album “Lay Down My Love”.
(FONTE earone.it)