Dino Gnassi

Dino Gnassi è trombonista ed arrangiatore diplomato al Conservatorio di Musica di Pesaro, da oltre 9 anni opera nel settore discografico e live, lavorando con Rossana Casale, Fred Bongusto, Dirotta Su Cuba, Fiorello, Casinò Royale, Enzo Iacchetti, Hengel Gualdi, Ele D’anca, Stephen Schlaks, Ladri di Biciclette, Leopoldo Mastelloni, Piero Focaccia, Vinicio Capossella, Paolo Belli, ma è presente soprattutto nel settore televisivo e principalmente nei canali Mediaset. Nel 1992 in Paperissima, nel ’95 S. Valentino, Fiorello Show “Non Dimenticate Lo Spazzolino Da Denti”, “Una Sera C’Incontrammo”, concerto di natele trasmesso in RAI con “Demo Band & Banda Osiris”. Nel ’96 “Un Disco Per L’Estate”, “Re Per Una Notte”, ed inizia il primo anno di “Buona Domenica”. Nel 1997, “Miss & Mister 1997, “Una Città Per Cantare”. Nel 1998 “Scopriamo Le Carte”, “Disco Per L’Estate”, inoltre una trammissione in diretta da Piazza del Campidoglio in onore di Lucio Battisti. Attualmente risulta impegnatissimo con la “Demo Band” per la quarta edizione consecutiva di “Buona Domenica” e quotidianamente presente al “Maurizio Costanzo Show”. Arrangiatore di alcuni dischi ma soprattutto di spettacoli musicali teatrali per orchestra di 20 elementi. Partecipazioni in innumerevoli video musicali di grandi artisti, tra i quali Phill Collins, Mr. Frankie Superband e Vinicio Capossela. Il resto del gruppo è formato da professionisti che hanno collaborato nelle trasmissioni televisive ed ha lavorato ed inciso con importanti cantanti e musicisti quali: Gary Burton, Randy Bersen, Bireli Lagrene, George Garzone. Il gruppo si è esibito in numerosi locali di importanza Nazionale come il “Tangram”, “Le Scimmie”, “Grilloparlante”, “Il Capolinea” di Milano. Il Be-Bop A Lula di Lugano, o in festivals come il “Mistfest” di Cattolica, Fano Jazz, Festival Jazz di Sassuolo etc. etc.. Di recente ha accompagnato, con il suo repertorio Jazz Funky & Soul il cantante newyorchese George Blackmon. La Band dal 1987 ha sempre ottenuto notevoli consensi di pubblico e critica e riscuote costantemente simpatia grazie ad un repertorio funky-jazz-soul molto coinvolgente e riccco di energia. Dalla critica è stato definito come un percorso musicale che si snoda dalle stimolanti atmosfere del Be Bop, attraverso i riferimenti più puri del jazz, sino ad arrivare con una sintesi lineare, ai toni del funky carico di groove e dal sound particolarmente accattivante, ma allo stesso tempo con un patinato strato di soul che trasporta il pubblico attento ed entusiasta.